La volontà: alcune riflessioni

La volontà: alcune riflessioni

Il tema della volontà, soprattutto nei termini di scelta, è un tema ormai centrale nei programmi di studio delle migliori scuole di psicologia moderna.

Da quando Assagioli si è occupato della volontà con metodo scientifico (1926), numerose ricerche hanno confermato l’esattezza delle sue intuizioni.

Un aspetto molto importante del lavoro sulla volontà è che l’essere in qualche modo protagonisti del proprio destino produce benessere psicofisico.

Siamo abituati ad associare il concetto di volontà a quella che Assagioli definisce “volontà forte”, ovvero una volontà che è sempre a discapito di qualcos’altro.

In realtà la principale funzione psicologica della coscienza consiste nell’esercitare la propria volontà nei termini di una scelta più o meno consapevole.

La topica freudiana dell’Io (la parte che sceglie) che è combattuto tra l’aderire alle istanze dell’Es (la parte istintuale) e le istanze del Super-Io (la parte che giudica e vieta), si apre a ventaglio nella mappa psicosintetica.

Secondo la prospettiva psicosintetica la coscienza è destinata a governare una personalità normalmente multipla e ben più gestibile di una personalità monolitica.

E la questione si fa ancora più complessa se consideriamo che la psiche inconscia è capace di elaborare ben 40.000.000 di informazioni (o bit) al secondo mentre la parte conscia soltanto 40.

Questi dati offrono un panorama piuttosto imbarazzante circa la nostra capacità di essere razionali e di volere davvero ciò che crediamo di volere.

In questa prospettiva la volontà è libera solo nella misura in cui la coscienza è capace di disidentificarsi, ovvero di distinguere se stessa da ciò che siamo abituati a chiamare personalità.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi